COENZIMA Q10: Caratteristiche e Benefici – CLINICA PULVIRENTI – FACE ANTIAGING SPECIALIST

COENZIMA Q10: Caratteristiche e Benefici

CREMA CONTORNO OCCHI – CLINICA PULVIRENTI
18 Marzo 2021
Lassità e perdita di tono della pelle del collo: Scopri i trattamenti di Biorivitalizzazione!
29 Marzo 2021

Il Coenzima Q10 è un importantissimo antiossidante prodotto naturalmente dal nostro organismoRicopre un ruolo prestigioso nel proteggere le cellule dai danni ossidativi, responsabili di varie patologie e dell’invecchiamento cutaneo precoce.Tuttavia, la sua produzione da parte dell’’organismo tende a diminuire progressivamente con l’avanzare dell’età.Fortunatamente, aumentare la quota di Coenzima Q10 nell’organismo è semplice e possibile attraverso due modalità, ovvero:

  • assumendo più alimenti ricchi di Coenzima Q10;
  • assumendo integratori di Coenzima Q10.

Ma cos’è il Coenzima Q 10?Il Coenzima Q10 è una molecola liposolubile appartenente alla famiglia dei composti ubichinonici ed è presente in tutte le specie animali.Identificato per la prima volta nel 1957, è conosciuto anche con il nome di “Ubiquinone”, per sottolineare come la molecola sia onnipresente nelle differenti specie: infatti, si ritrova sempre all’interno dei tessuti animali, e nella maggior parte dei batteri.Il Coenzima Q10 si può trovare nei vari tessuti dell’organismo e in alcuni alimenti;Con riferimento alla presenza di coenzima Q 10 all’interno dei tessuti del nostro organismo, le quantità più elevate si trovano:

  • nel cuore;
  • nel fegato;
  • nei reni;
  • nel pancreas.

Per quanto riguarda invece gli alimenti in cui è possibile trovare concentrazioni maggiori di questo coenzima, possiamo evidenziare:

  • pesci grassi ad esempio la trota, lo sgombro, l’aringa;
  • Le verdure: spinaci, broccoli, cavolfiore;
  • La frutta, in particolare arance e fragole;
  • Semi, ad esempio, pistacchi e noci;
  • Oli, in particolare olio di soia;
  • frattaglie e muscoli animali;

In riferimento alle principali funzioni e proprietà di questo Coenzima, spicca la sua capacità di ricoprire un ruolo veramente importante all’interno dell’organismo, ovvero quello di aiutarlo nel generare energia all’intero delle cellule; infatti, il Coenzima Q10 è coinvolto nella produzione di ATP (adenosina che aiuta a generare trifosfato), che a sua volta è implicata nel trasferimento di energia all’interno delle cellule.Oltre a fungere da importantissimo antiossidante, concorre insieme ad altri alla protezione delle cellule dallo stress ossidativo e ricopre un ruolo biologico importante, partecipando a numerose reazioni biochimiche fondamentali per la sopravvivenza cellulare.In particolare, il Coenzima Q10:

  • interviene nella protezione dal danno ossidativo: agendo a livello delle membrane cellulari e nucleari, la salvaguardia dal processo di lipoperossidazione;
  • interviene nella sintesi di ATP: il Coenzima Q10 rappresenta un trasportatore di elettroni d’eccellenza nella complessa catena mitocondriale;
  • interviene nel controllo della funzionalità cellulare digestiva, ponendosi come un valido alleato nell’eliminazione di proteine anomale o di potenziali specie patogene.

In merito alle carenze di questa sostanza all’interno dell’organismo, sono state individuate alcune possibili cause:

  • carenze nutrizionali (es. carenza di vitamina B6);
  • aumento delle richieste da parte dei tessuti, a seguito di una malattia;

patologie mitocondriali;

  • effetti collaterali dovuti a trattamenti con statine (farmaci per abbassare il colesterolo);
  • difetti genetici nella sintesi o nell’utilizzo di Coenzima Q10;
  • stress ossidativo causato dall’invecchiamento.

Invecchiamento, Danno Ossidativo e Carenza di Coenzima Q10.

Nelle prime righe di questo articolo abbiamo evidenziato quanto incida l’avanzare dell’età con la naturale riduzione della produzione di Coenzima Q10; A tal proposito, gli anziani sembrano esserne più a rischio di carenza.Sappiamo che l’invecchiamento incrementa lo stress ossidativo, di conseguenza il livello di radicali liberi nell’organismo tende ad aumentare provocando danni ossidativi di varia entità, che a loro volta possono causare un malfunzionamento delle cellule, provocando varie condizioni di salute.Non deve sorprendere che spesso, varie patologie croniche siano collegate anche a una carenza di Coenzima Q10.

I sintomi da Carenza di Coenzima Q10 possono essere di natura generale e possono presentarsi con sensazioni di stanchezza, affaticamento, convulsioni etc. etc.

Il Coenzima Q10 nella Medicina AntiagingNumerosi studi evidenziano i grandi passi avanti compiuti nella caratterizzazione dei processi biologici alla base del processo di invecchiamento, sia estetico che funzionale.Con riferimento specifico all’invecchiamento della pelle, sappiamo che essa rappresenta l’organo più esteso dell’organismo e quello al contempo maggiormente esposto agli agenti dannosi che contribuiscono all’invecchiamento, come ad esempio:

  • fattori interni (es. alterazioni ormonali, danno cellulare ecc.);
  • fattori esterni (es. raggi UV, inquinamento, umidità ambientale ecc.).

In queste fattispecie il Coenzima Q10 gioca un ruolo chiave nel modulare sia la sintesi dei radicali liberi che il relativo effetto sulle membrane cellulari.Numerosi studi hanno dimostrato che migliorando l’apporto di Coenzima Q10 all’interno del nostro organismo possano ridursi i danni ossidativi, preservando la funzionalità cellulare e riducendo il rischio di danno genomico e della relativa trasformazione cellulare.Coenzima Q10 e CosmeticaIl coenzima Q 10 ha dimostrato di avere un impatto assai benefico anche quando viene assorbito direttamente, a livello topico, dalla nostra pelle.Le capacità antiossidanti e protettive contro lo stress ossidativo associate al Coenzima Q10 sono state sfruttate dai ricercatori per la formulazione di prodotti cosmetici dedicati al benessere della pelle.La presenza del Coenzima Q10 nei cosmetici sembra efficace nel supportare le funzionalità antiossidanti proprie dei cheratinociti, nel ridurre il danno ossidativo, soprattutto di membrana e genomico, a carico delle stesse cellule; nel prevenire la disfunzione dei fibroblasti, nel prevenire il danno indotto dai raggi UV; e nel favorire la riduzione di alcuni segni del photoaging.A tal proposito, il Coenzima Q10 è oggi presente in un’ampia varietà di cosmetici sul mercato, rientrando nella formula di vari prodotti cosmetici, quali ad esempio: creme viso, creme corpo, sieri viso, maschere viso.Spesso, all’interno dei cosmetici, per supportare o rafforzare la sua azione benefica, il Coenzima Q10 viene associato ad altre sostanze, la cui combinazione apparare di grande successo. Facciamo riferimento a sostanze quali: l’estratto di centella asiatica, l’estratto di melograno, l’estratto di echinacea, l’astaxantina, ricavata da crostacei e salmone, i biopolifenoli ricavati ad esempio da cacao e olive, il resveratrolo, ricavato ad esempio dalle bucce dell’uva, sostanze restrutturanti come collagene e acido ialuronico in grado di agire direttamente sui segni evidenti dell’invecchiamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *