SPF: COS’E’ E COME SCEGLIERLO – CLINICA PULVIRENTI – FACE ANTIAGING SPECIALIST

SPF: COS’E’ E COME SCEGLIERLO

IL COLLAGENE: COS’E’ E QUALI SONO I SUOI BENEFICI PER IL NOSTRO ORGANISMO
7 Maggio 2021
COME CURARE LA PELLE IN MENOPAUSA?
24 Maggio 2021


Quando si parla di protezione solare viene utilizzato in modo ricorrente l’acronimo SPF! Di cosa si tratta?
SPF è l’acronimo di Sun Protection Factor, ovvero Fattore di Protezione Solare.
Non è altro che un parametro utilizzato per esprimere quanto è efficacie la protezione di un filtro solare.


Si tratta di un parametro numerico compreso in una scala da 6 a 50+.
Più alto è il valore numerico di SPF, più alta sarà la protezione solare!


È importante però, sottolineare, che l’SPF fa riferimento unicamente alla protezione dai raggi UVB e non da quelli UVA.


Per misurare la forza protettiva di quest’ultimi si utilizzano altri metodi, ad esempio il metodo PPD e il metodo IPD.


Ma qual è la differenza tra raggi UVA e UVB?


I raggi UVA sono conosciuti come i raggi dell’invecchiamento, perché causano rughe e macchie della pelle.


I raggi UVB, invece, sono detti anche raggi delle scottature, perché ne sono la causa primaria.
Grado di protezione dell’SPF.


Dopo la premessa iniziale possiamo parlare, più nel dettaglio, del grado di protezione espresso dai parametri numerici in cui viene classificato l’SPF.Partiamo dal parametro più alto:L’SPF 50+ offre una protezione molto alta, riducendo sensibilmente i rischi di scottature ed anche il potere abbronzante;

È un fattore di protezione ideale per proteggere le pelli sensibili, per proteggere le zone delicate come il viso e non può mancare a chi ha un fototipo I!L’ SPF 30 offre una protezione elevata/media, riducendo il rischio di scottature; È ideale per i fototipi più scuri e per chi si è già esposto al sole sviluppando un buon grado di abbronzatura.

L’SPF 15 è un tipo di protezione medio/bassa, indicata soprattutto per i fototipi più scuri come il IV e il V;Infine, abbiamo l’SPF 6, un fattore di protezione, in questo caso molto basso.

Ma una volta applicata, quanto dura la protezione?L’effetto del solare che applichiamo sul nostro viso e sul nostro corpo ha una durata limitata!Diversi studi condotti su diverse tipologie di solari con grado differente di protezione, hanno evidenziato una perdita d’efficacia di circa il 40% in 4 ore e di oltre il 50% dopo 8 ore.

Dunque, è molto importante applicare il solare 15-30 minuti prima dell’esposizione al sole per poi riapplicarlo ogni 2 ore o successivamente alle docce, al nuoto o in caso di eccessiva sudorazione.

Ma come scegliere l’SPF adeguato alla nostra pelle?


La scelta del filtro solare con adeguato SPF è di fondamentale importanza per prevenire le complicanze associate all’eccessiva e inadeguata esposizione alle radiazioni ultraviolette.Generalmente, il fattore di protezione solare del filtro andrebbe definito in base ad alcuni fattori:


– al fototipo;- all’eventuale presenza di patologie dermatologiche;

– ad eventuali terapie o trattamenti medici e /o medici estetici in corso- alla presenza di problematiche di iperpigmentazione – alla sensibilità cutanea;

– ai tempi di esposizione al sole;- alle regioni e alle località in cui ci si espone al sole;

– al grado di idratazione cutanea e abbronzatura.


Ma è importantissimo ricordare che oltre ad indossare la protezione solare, esistono altre accortezze da adottare per proteggersi dal sole:

– Evitare il sole dalle 10 alle 15, quando i raggi UV sono i più forti- Indossare occhiali da sole che filtrano la luce UV- Indossare indumenti protettivi, come pantaloni lunghi, camicie a maniche lunghe e un cappello a tesa larga.


SPF solo in estate?

Tra gli errori più comuni che vengono commessi, vi è la credenza della necessità di utilizzo di solari con un buon grado di SPF, esclusivamente in estate.

Niente di più sbagliato!Una crema con fattore di protezione SPF dovrebbe essere applicata, sul viso, tutto l’anno, anche nelle giornate grigie e più fredde! Anche in questi casi, seppur in misura minore, la pelle del nostro viso è esposta ai danni del photoaging.

Applicare una crema con fattore di protezione aiuterà la pelle a proteggersi dai danni provenienti dai raggi UVB, a ritardare l’invecchiamento cutaneo e a prevenire e “controllare” le macchie cutanee.


RICORDA: APPLICA SEMPRE UNA BUONA CREMA SPF E PROTEGGI LA TUA PELLE!CHIEDI CONSIGLIO AL TUO MEDICO ESTETICO!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *