COME COMBATTARE LE MACCHIE SCURE E RITROVARE L’UNIFORMITA’DELLA PROPRIA PELLE? – CLINICA PULVIRENTI – FACE ANTIAGING SPECIALIST

COME COMBATTARE LE MACCHIE SCURE E RITROVARE L’UNIFORMITA’DELLA PROPRIA PELLE?

HIFU ULTRAFORMER CATANIA Ultrasuoni microfocalizzati
ULTRAFORMER III: L’ARMA EFFICACE CONTRO I SEGNI DEL TEMPO
12 Dicembre 2020
Rimozione delle macchie cutanee del Viso con Laser

Una pelle luminosa, levigata e dal colorito uniforme è senza dubbio uno degli elementi chiave della bellezza, ma negli anni i fattori che mettono a rischio la salute e l’aspetto della pelle sono aumentati in maniera considerevole.Una delle problematiche più comuni da combattere per le donne sono le macchie, che anche in giovane età, iniziano a comparire sui loro volti. Si calcola che una donna su tre soffra di Macchie cutanee, il fenomeno interessa circa il 48% della popolazione.Oggi parleremo insieme dei vari tipi di macchie che possono presentarsi, a tutte le età, sul volto di moltissime donne.Inizieremo parlando delle “macchie iperpigmentate”.

Si tratta di una tipologia di macchia che rappresenta un problema estetico fortemente sentito dalle donne di ogni età ed ultimamente anche dagli uomini.Le donne sono geneticamente predisposte a queste problematiche per una fisiologica condizione ormonale, ma sono tantissime le donne che sviluppano problemi di iperpigmentazione dovuti ad esposizioni al sole nel tempo senza una giusta protezione solare non soltanto in estate ma anche durante le stagioni invernali!

I fattori di rischio per la formazione delle macchie iperpigmentate sono tantissimi come ad esempio l’eccessivo uso delle lampade abbronzanti, particolari farmaci, componenti fotosensibilizzanti di prodotti cosmetici oppure utilizzo di ormoni come ad esempio basta ricordare la pillola anticoncezionale.Le iperpigmentazioni possiamo dividerle in generalizzate o localizzate.Le macchie generalizzate ovviamente sono espressioni di patologie sistemiche; noi ci soffermeremo per di più sulle macchie localizzate che colpiscono aree più circoscritte.

Le più frequenti che ogni giorno vengono valutate in CLINICA PULVIRENTI sono le lentiggini, le felidi, le lentigo solari, le lentigo senili, il melasma e le iperpigmentazioni post infiammatorie.Le lentigginiLe lentiggini sono piccole alterazioni del colorito della pelle dovuto ad un aumento dei melanociti nei diversi strati dell’epidermide. La melanina prodotta in eccesso viene dunque raccolta solo da alcune cellule che si “illuminano” già dopo la primissima esposizione al Sole.

Le lentiggini sono dovute ad un gene ereditario, sono piccole macchie iperpigmentate di colore scuro e di forma circolare che compaiono sul volto, sul collo, sulle spalle, sul tronco e sul dorso delle mani. Si tratta di iperpigmentazioni particolarmente diffusei in individui dalla pelle molto chiara con capelli biondi o rossi. Nonostante siano un carattere ereditario, si sviluppano più tardi, proprio durante la pubertà. L’esposizione al sole attiva le lentiggini e le fa diventare più scure e numerose durante ogni estate.Dopo la loro comparsa sono permanenti, ma tendono a sbiadirsi e scomparire durante la fase della vecchiaia.

Le efelidi, anch’esse di natura genetica, sono molto simili alle lentiggini ma sono molto più sensibili alle radiazioni solari per cui compaiono principalmente nella stagione estiva e principalmente sulle zone maggiormente esposte, viso, collo e mani ed a differenza delle lentiggini diventano più evidenti dopo essersi esposte al sole.Le efelidi presentano un colorito tendenzialmente più chiaro rispetto alle lentiggini e una variazione stagionale, infatti in estate si notano di più, mentre durante la stagione invernale addirittura scompaiono.

Molto frequenti sono le lentigo solari. Si caratterizzano per la loro forma irregolare, la dimensione variabile e una colorazione che può andare dal giallo al bruno. Si presentano sulle aree più esposte alle radiazioni solari, di solito insorgono dopo scottature e colpiscono principalmente le persone dai 40 ai 50 anni in su. Le lentigo senili a differenza di quelle solari sono dovute al formarsi dei danni provocati dall’esposizione solare nel tempo. Non sono altro che la somma di un danno provocato dal foto aging ed un danno dovuto al crono aging.Si tratta di macchie di colore marrone e dal diametro di circa un centimetro. A differenza delle lentigo solari sono più comuni nell’uomo piuttosto che nella donna, tipicamente presenti nel viso nel dorso delle mani.

Queste tipologie di macchie richiedono un importante valutazione in quanto possono progredire in patologie di maggiore pericolosità. Necessitano uno studio con i sistemi di dermatoscopia per essere monitonitorizzate ed eventualmente eliminate. Una tipologia di macchia che rappresenta una patologia molto frequente è il melasma.Si tratta di una tipologia di macchia molto fastidiosa dovuta ad un accumulo irregolare ed intenso di melanina che provoca sul volto una colorazione che va dal marrone chiaro fino a raggiungere toni più scuri.

Il melasma solitamente si localizza sulla parte centrale del viso, sul labbro superiore e sulla fronte; si presenta con una maggiore incidenza nelle donne brune ma non è raro anche in donne chiare.Tra le varie tipologie di macchie distinguiamo anche le macchie post infiammatorie.

Si tratta di macchie molto più comuni nei soggetti scuri e che possono presentarsi in qualsiasi parte del corpo anche se più frequentemente sono evidenziate nel viso e sono sequela di stati infiammatori come l’acne, le follicoliti da barba, le scottature e tutte le patologie di tipo infiammatorio.

A prescindere dalle caratteristiche diverse e dalla differente tipologia di ognuna, il fattore comune a tutte le macchie è una modificazione del colore della pelle dovuta a un accumulo di melanina. La melanina non è altro che un pigmento responsabile del colore della nostra pelle, dei nostri capelli e dell’iride dei nostri occhi.La melanina della pelle è prodotta dai melanociti, cellule di forma tondeggiante situate nello strato basale dell’epidermide, quando sono esposti alla luce ed in particolare alla radiazione ultravioletta (UVA). La melanina è l’agente che protegge le cellule dagli effetti dannosi della radiazione solare ultravioletta.Anche se tutti gli esseri umani possiedono una quantità simile di melanociti nella, la loro attività differisce in individui appartenenti a diversi gruppi etnici, che presentano una maggiore o minore concentrazione di melanina nella pelle e quindi una diversa pigmentazione.Quando si verifica un accumulo di questa sostanza nell’epidermide insorgono le macchie che possono dunque essere definite in modo semplice come un’alterazione nella distribuzione di questa sostanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *